Parquet, Curiosità parquet, parquet di qualità, levigatura parquet,

La levigatura può restituire al parquet il suo aspetto originario.

 

La possibilità, attraverso la levigatura di restituire al parquet il suo aspetto originale, risulta essere uno dei principali vantaggi.
Intervenire su di esso tramite levigatura o lamatura, permette di eliminare segni di usura, donando una nuova vita alla pavimentazione in legno. 
La levigatura è da considerare come un intervento di manutenzione straordinaria, il processo consiste di due fasi, la prima di levigatura vera e propria del pavimento, mentre la seconda consiste nel realizzo di un nuovo strato di finitura
Nel dettaglio, l’operazione consiste nella rimozione dello strato superficiale di finitura e nell’asportazione di pochi decimi di millimetro dello strato di legno nobile
L’intervento può essere eseguito su ogni tipo di parquet, bisogna però tener conto che, tipologie diverse di pavimenti potranno supportare nella loro vita numeri diversi di interventi, a seconda che si tratti di un tradizionale, prefinito o massello. Importante ricordare che una tipologia di parquet tradizionale supporta un numero maggiore di lamature, essendo costituito totalmente in legno nobile.
Minori saranno invece le levigature concesse ad altre tipologie di parquet. Ad ogni modo rappresentando una manutenzione straordinaria, da effettuarsi ad una distanza minima di dieci anni dalla posa, e la quale dipenda dal grado di usura del parquet,non rappresenterà questa un’attività frequente, ma direttamente proporzionale alla cura del pavimento.

Parquet, Curiosità parquet, parquet di qualità, parquet francese, vendita parquet

La sala riunioni di luigi XIV si chiamava Parquet, il termine inizialmente era utilizzato per indicare gli spazi dedicati ai convegni, la cui pavimentazione era in legno. Di lì a poco il significato mutò in quello odierno di pavimento in legno. 

 

Il termine Parquet deriva dal termine francese “parc”, ovvero parco.
Successivamente divenne il luogo in cui venivano ospitati convegni ed incontri, tanto che la sala dove si tenevano le riunioni tra il Re di Francia Luigi XIV ed i suoi ministri, venne chiamata Parquet.
Poiché la sala era pavimentata in legno, la parola finì per assumere il significato odierno di pavimentazione in legno.
Nel XVII secolo il Parquet era già di moda nelle case di lusso e 
si utilizzavano i legni di rovere, faggio, acero, noce, castagno e ciliegio.

teak resistente all'acqua, Parquet, Curiosità parquet, parquet di qualità, parquet per esterno, parquet per barche, vendita parquet, vendita parquet nautico

 Il teak è il legno più usato nell'industria navale, la presenza al suo interno di una resina oleosa lo rende resistente all'acqua.

 

Le zone pluviali sono quelle più adatte alla crescita del teak
luoghi in cui si alternano stagioni secche ad altre decisamente umide. Ragion per cui, la specie legnosa ha sviluppato una resina oleosa naturale, la quale rende il teak resistente, persino agli attacchi delle termiti. 
La lavorazione, da sempre ne esalta le caratteristiche naturali, migliorando la resistenza alle escursioni termiche, all'umidità ed alla salsedine. 
Sono queste le peculiarità che fanno del teak una delle essenze più durevoli al mondo.

 materiale vivo, Parquet, Curiosità parquet, parquet di qualità, parquet per esterno, parquet vivo

Il legno è un materiale vivo, naturale ed in continuo mutamento, anche dopo la posa. 


È bene, quindi, orientare la scelta del parquet verso un'attenta considerazione delle caratteristiche del legno e dei cambiamenti che esso assume nel tempo. L'ossidazione ad esempio è un fenomeno che avviene in seguito all'esposizione del parquet alla luce e all'aria e comporta una variazione di colore più o meno evidente a seconda della specie legnosa. In genere la maggior parte dei legni tende a scurire in seguito al processo di ossidazione, il Teak invece, insieme ad altre poche essenze tende a schiarire.

Legno pietra, Parquet, Curiosità parquet, parquet di qualità, vendita parquet

Nell'antichità i cunei di legno erano impiegati per sezionare blocchi di pietra.

 

Fino alla seconda metà del I millennio a.c. venivano impiegati cunei di legno per sezionare blocchi di pietra di medie dimensioni. I suddetti blocchi venivano prima incisi con l’aiuto di picconi, nell’incisione veniva poi inserito un cuneo di legno asciutto, successivamente bagnato in modo che, la dilatazione dello stesso provocasse una fenditura per via della pressione esercitata sulla pietra.

legno, umidità, salubrità, Parquet, Curiosità parquet, parquet di qualità

Il parquet rende stabile il livello di umidità dell'ambiente in cui si trova, favorendo la salubrità del clima. 

 

Il legno è una fibra naturale, 
costituito da cellule vegetali, vivo e sensibile alle variazioni climatiche.
L’essenza del legno con la quale è realizzato il parquet,
rappresenta un materiale igroscopico.
I materiali igroscopici, tendono ad equilibrare la propria umidità con quella dell’ambiente in cui si trovano; il processo di perdita, come pure quello di riassorbimento di umidità, non cessano mai.

Ciò aiuta a rendere stabile la situazione igrometrica degli ambienti, gestendo quindi, l’umidità e la salubrità climatica delle nostre abitazioni.

▶ Nonostante questi particolari benefici appena illustrati, 
Cangiano Parquet, vi raccomanda di gestire con attenzione la posa del vostro parquet affidandovi esclusivamente a tecnici specializzati.

▶ Analizzare L’ambiente in cui il parquet sarà posato, rappresenta il primo passo verso una posa ottimale.